Casa in Grecia: una CROCE o una GIOIA?

Chi segue questo blog da un po' sa che avere casa in Grecia è, senza ombra di dubbio, "gioia e dolore". Non ce n'è, lo ripeto spesso, la casa, casetta, villa, villonza sull'isola dei desideri rende chiunque bipolare: un giorno si è estasiati e consci della propria immensa fortuna, il giorno dopo si vorrebbe vedere affondare l'isola e con essa tutti gli abitanti!

Anche Freud darebbe fuori di matto e anche lo psicofarmaco potente si arrenderebbe davanti all'imprevedibilità ellenica da cui tutto ciò dipende.

I motivi sono vari ed eventuali e ve li evito - anche perché in molti già li conoscono. Ne approfitto quindi per arrivare subito al sodo...

L'ARRIVA DI UN VIDEO!
Ebbe sì, sono autobiografica, e vi tedio con una mia felicissima esperienza!

Sono in Italia con un tempo del cacchio; penso che almeno prima o poi arriverà la neve per dare senso all'inverno; ho appena archiviato l'idea di voler tornare in Grecia e... mi arriva il video del giardiniere.

Poca roba, penserò chi non ha casa in Grecia, e invece no! Si vede che vi manca l'expertise.... Il giardiniere lo si cerca da circa 10 anni! I precedenti erano dei mezzi malaka che riuscivano a piantare in Aprile, senza predisporre l'irrigazione, piantando quindi 10 pitosfori di cui 5 morivano tra Aprile e Luglio.

Uno stress ragazzi che non potete capire... perché la fame nel mondo, al confronto, non è niente! Volete mettere lo strazio e la sensazione di impotenza causata da una ricerca decennale per un banalissimo giardiniere rispetto alle immagini di poveretti che chiedono cibo e acqua... Insomma, il giardiniere introvabile in Grecia, ti fa capire con estrema lucidità che tutti noi siamo stati messi al mondo per soffrire.

Sì, un Dio malevolo che dovrebbe vergognarsi per aver creato un mondo pieno di sofferenze; un Dio beffardo che ti impedisce di avere un giardino con le piante. Ma sì sa, il giardino e l'Eden e la mela, sono un po' le cose che hanno fatto incacchiare Dio e allora tu, sì proprio tu, pensi che magari questa storia di Adamo ed Eva è collegata al tuo incapace Yorgo gardener che invece di farti crescere fiori e frutti ti regala una corona di spine.

Questa, in sintesi, la situazione emotiva con cui - ad Agosto - mi sono ritrovata a confermare il lavoro all'ennesimo giardiniere.

"Sarà il solito demente" penso tra me è me e invece!!!!! TAAAACCC... sei a novembre e ti arriva un video in cui il NON-malaka ha già:

potato
fertilizzato
piantato
ripreso per te tramite video

una cosa come 100 piante, e senza manco mandare un milione di solleciti (fai questo, fai quello)! E allora tu, che avevi archiviato l'idea di una scappata in Grecia a breve, ti metti a smanettare su Internet alla ricerca di voli poter tornare nella tua casetta greca!

Ma quale è il suddetto video? Lo vedete cliccando qui... sembra poca cosa ma, vi assicuro, per me è stato come vincere al Super Enalotto:

Vista la genialata del video vediamo le altre 4 situazioni che rendono felici in caso di casa:
l'idrauliche che è sempre in orario
l'acqua che ti arriva per tutta l'estate non stop
il palo elettrico aggiustato in un paio d'ore
le tasse che "chissene frega" le paghi quando vieni giù

E allora, o prodi, avere casa in Grecia significa, ancora una volta, godere della semplicità delle cose... Anguria e Ouzo in riva al mare? NO acqua ed elettricità ogni giorno: quelle cose senza cui, in Italia, ti tolgono l'abitabilità e che in Grecia sono pita quotidiana.

Da leggere con ironia!

E se ora volete vedere un po' di foo ecco:

Nessun commento ancora

Lascia un commento