All’ombra delle tamerici…

La Chora affascina con la sua piazzetta dai baretti e kafenion colorati capaci di offrire una vivace alternativa al classico binomio cicladico bianco e blu.

Le due chiesette arroccate si affacciano direttamente sul porto e sull'Egeo offrendo un panorama emozionante.

Le spiagge di sabbia e sassolini accolgono i bagnanti offrendo loro tamerici quali riparo dal sole.

Il porto vede un susseguirsi di bar e ristorantini che si affacciano su quella che è la via di passaggio obbligata per quanti giungono sull'isola. A Serifos, infatti, si arriva solo in nave. Da Atene, ad esempio, in due ore e mezza con la nave veloce.

Ma come è Serifos in poche parole? Alternativa, affascinante e snob quanto basta. E' qui, non a caso, che la designer Paola Navone ha il suo rifugio ellenico; è qui che sorge il primo, e per me mitologico, albergo Coco-Mat.

E a chi potrebbe piacere Serifos? A quelle persone che non cercano il comfort a tutti i costi, ma preferiscono una natura ancora selvaggia. Le spiagge, infatti, non sono praticamente attrezzate (ce ne sono pochissime con lettini) e la vita scorre lenta. Questo, almeno, quello percepito a metà luglio: per agosto, ovviamente, non mi pronuncio. Negli ultimi anni, infatti, tutta l'ellade è presa d'assalto. Il fatto, tuttavia, che l'isola non sia raggiungibile in aereo unito ad una vita spartana (spiaggia non attrezzata) sembra preservare, per ora, da assalti di massa.

Ma perché io, Paola, ho deciso di andarci? A convincermi è stato quel Valerio che chi segue la mia pagina Facebook probabilmente conosce.

Eccomi con Valerio di Serifos Travel Services

Spiagge:

Aghios Sostis: bellissima! Senza se e senza ma. Il consiglio è quello di andare alla banchina di cemento che si trova dopo la chiesetta per ammirare, da lì, una spiaggia ancora non attrezzata e che offre tamerici quali ombrelloni naturali.

Aghios Sostis
Aghios Sostis
Aghios Sostis dalla banchina

Psili Ammos: forse la più famosa. Sabbia, mare dal colore chiarissimi, due taverne alle spalle per mangiare.

Psilli Ammos
Psilli Ammos

Karavi: bella ma senza possibilità di ombra quindi... o ci si va nel tardo pomeriggio o durante una giornata super ventosa.

Vagia: la spiaggia del Coco-Mat: albergo mito. Sassolini, qualche lettino e una kantina ben attrezzata. Buono l'hot dog di pesce.

Vaghia
Kantina di Vaghia
Coco-Mat

Megalo Livadi: spiaggia non particolarmente affascinante ma imperdibile. Ben visibile e visitabile la zona che ospita quel che resta delle miniere: dal ponte ai carrelli abbandonati e arrugginiti, passando per il tunnel ancora aperto.

Megalo Livadi
Verso la Galleria
Galleria a Megalo Livadi

Sykamia: siamo al nord e, arrivando, il consiglio è quello di andare sulla destra, in cui si trova la parte più bella della spiaggia.

Sykamia
Taverna a Sykamia
Taverna a Sykamia

Kalo Ampeli: in barca, o a piedi, molto bella. Sabbia, mare cristallino e barche in rada.

Plati Gyalos: due le spiagge. Scendendo una sulla sinistra grande ed una piccolina a destra. Sopra a quest'utlima bellissima la taverna Nikoulias.

Moni Taxiarchon: tornando da Plati Gyalos non può mancare una vista al Monastero. Se desiderate pernottare qui - come spesso si fa nei monasteri - sappiate che qui non è possibile. Fanno eccezione i periodi di celebrazioni: in questi giorni, infatti, anche il pernottamento è possibile.

Moni Taxiarchon
Moni Taxiarchon
Moni Taxiarchon
Moni Taxiarchon

Dove Mangiare:

Nikoulias: sopra alla spiaggia di Plati Gyalos. Gentilissimi i gestori.

Stou Stratou: nella piazza della Chora, bellissima la salett aperta sulla pizza. Da ordinare assolutamente? IL maiale: non è il solito souvlaki, ma una sorta di porchetta non grassa.

Stou Stratou

Aloni: a metà strada tra Livadi e la Chora offre un bel panorama sul porto, prezzi onesti.

Aloni

Margarita: una sorta di kafenion, con la sciura che ti accoglie in cucina e ti fa vedere pentole e contenuto. Si trova in fondo a Livadi.

Margarita

Dove Dormire:

Ramos rappresenta una zona ideale: vicina al porto e alla Chora ma super tranquilla. Da qui, inoltre, un panorama assolutamente greco con vista sul porto e sulle navi che arrivano e ripartono... A seguire alcuni indirizzi,

George Stone Villas: villa su due piani, 4 camere, 3 bagni, giardino.
Consigliata a chi desidera un soggiorno appartato: strada sterrata per arrivare, panorama meraviglioso, pace assoluta.
Link

George Stone Villa
George Stone Villa

Ramos Cottage: una casa super carina ideale per due persone.
Per chi non vuole una villa, ma uno studio in un piccolo villaggetto...
Link

Ramos Cottage
Ramos Cottage

Captain's House Serifos: una bellissima casa d'epoca che si trova nella Chora bassa. Arredi d'epoca e il sapore di una dimora storica.
Perfetta per chi desidera fare "vita da villaggio" una volta tornato dalla spiaggia. Si tratta di una casa storica costruita nel 19th secolo e ristrutturata mantenendo intatti mobili, struttura e atmosfera. La casa era di proprietà del capitano Giorgio Peloponnisos che ora l'ha lasciata al nipote Manos: gentilissimo, Manos, e super ospitale.
Link

Captain's House Serifos
Captain's House Serifos
Captain's House Serifos
Captain's House Serifos

Eccoci alla fine dei consigli e ora qualche foto aggiuntiva di Serifos

Chora
Chora Kafenion
Chora Kafenion
Chora Kafenion
Negozio alla Chora
In giro per la Chora
Vino di Serifos

Nessun commento ancora

Lascia un commento